• Leanbet

La Lean transformation tra value stream mapping e soft skills - il caso F.lli Rigato srl

Aggiornamento: 17 mar



La F.lli Rigato è un’azienda veneta in rapida crescita, attiva da 70 anni in un settore – quello del trasporto turistico – fortemente colpito dalla pandemia, con la doppia necessità di ottimizzare e snellire i processi e investire sulle persone: affrontata col mindset giusto, e col supporto del team Leanbet, la crisi di questi ultimi due anni si è trasformata in un’opportunità di consolidamento della crescita economica e di coesione interna.


F.lli Rigato è un’azienda di Padova che si occupa di trasporti turistici e di trasporti scolastici, settori per i quali offre servizi di linea e di noleggio che si avvalgono di un parco mezzi di recentissima costruzione dotati di tutti i comfort. Negli ultimi anni l’azienda ha registrato una forte crescita che necessitava di un consolidamento sotto molti aspetti.



Sedimentare la crescita



Tra 2018 e 2019 la Rigato si rivolge a Leanbet per capire come metabolizzare questa

rapida espansione e quali attività mettere in campo per renderla sostenibile nel tempo. A raccontarci il momento che l’azienda sta vivendo è proprio Daniele Rigato, amministratore delegato e figlio di uno dei tre fondatori della F.lli Rigato. Leanbet inizia così un periodo di affiancamento che dura tuttora e che è partito dalla mappatura di tutti i processi aziendali. Fatta questa importante attività preliminare, insieme si decide di intraprendere un percorso di ottimizzazione e di miglioramento che muove in due direzioni: da un lato occorre lavorare su

processi e procedure, dall’altro sulle persone, per accrescere loro competenze, potenziarne l’autonomia, stimolare lo spirito di squadra e migliorare le relazioni.






L’arrivo della pandemia


A inizio 2020 la pandemia di Covid congela qualsiasi attività legata al turismo, una fetta consistente del business della F.lli Rigato. I mesi di lockdown incidono sul fatturato ma anche sulle motivazioni e sull’energia delle persone. Diversi autisti sono costretti a cambiare lavoro e l’organico aziendale subisce perdite consistenti. Nonostante questo, la collaborazione con Leanbet non si interrompe, anzi: Daniele intuisce che è il momento di puntare sulle persone, per farsi trovare pronti alla ripartenza. Se nel corso del 2019 Leanbet aveva lavorato per razionalizzare e ottimizzare i vari processi di ogni settore (risorse umane, movimento mezzi, officina meccanica, commerciale), nel corso del 2020 e del 2021 si concentra sulle risorse umane e sul movimento mezzi, le aree che più hanno accusato il colpo della pandemia.




Per quanto attiene il movimento mezzi sono state revisionate tutte le procedure, eliminando gli sprechi, formando gli addetti, introducendo un nuovo gestionale e accelerando la digitalizzazione dei processi. In ambito risorse umane si è lavorato sulla formazione in aula e sul campo, potenziando le soft skills con attività di team building e di comunicazione interpersonale; si è inoltre ripensato il metodo di recruiting e le iniziative di onboarding. In fase di ripartenza, infatti, si è rivelato molto difficile trovare nuovi autisti competenti e in grado di inserirsi in modo costruttivo nella cultura aziendale. Cultura che, proprio grazie alla consulenza di Leanbet, nel frattempo è andata rafforzandosi in modo considerevole.


Il lavoro insieme alle persone

All’inizio del percorso alcune persone hanno manifestato qualche resistenza ma ben presto hanno colto lo spirito delle tante iniziative messe in campo: hanno visto miglioramenti nella vita lavorativa e perfino nella vita privata, e questo le ha fatte salire stabilmente a bordo del cambiamento. Inevitabilmente qualche dipendente ha optato per altre strade professionali ma le nuove procedure di recruiting hanno fatto rapidamente entrare in squadra risorse che hanno mostrato di condividere la nuova mentalità orientata al miglioramento continuo e che tuttora stanno dando il loro contributo alla crescita dell’azienda.



Gli obiettivi raggiunti


Ad oggi, l’obiettivo di integrare un organico duramente colpito dalla pandemia può considerarsi raggiunto. L’emorragia di persone è stata bloccata e la tendenza invertita: ora c’è un’affezione generalizzata nei confronti dell’azienda, che si mostra molto più attraente di un tempo. Figure chiave come quelle degli autisti – in genere più attratti dalle aziende pubbliche – si candidano numerose e in modo spontaneo.


Nonostante l’iniziale resistenza di numerose persone, la F.lli Rigato registra oggi ottimi miglioramenti anche a livello relazionale. Con tatto e intuito, coinvolgendo progressivamente tutte le persone dell’azienda, il team Leanbet ha saputo far emergere le incompatibilità tra le persone e ci ha lavorato fino ad appianarle. Le rigidità che subordinavano la collaborazione tra i vari settori allo scarico di responsabilità sono state rimosse, gettando le basi per la costruzione di una squadra sempre più coesa.

Più ascolto e più dialogo, più attenzione e più spirito di squadra hanno migliorato le condizioni di lavoro di tutti i team. L’inserimento di alcuni stagisti, in qualche caso poi rimasti in azienda dopo la laurea, ha contribuito ad abbassare l’età media dei dipendenti. Daniele Rigato ha dimostrato di credere nei giovani, la cui scarsa esperienza – a fronte di una preparazione universitaria elevata – non lo spaventa affatto.


Mettersi in gioco per guadagnare fiducia


Proprietà e dirigenza della F.lli Rigato si sono messe in discussione fin da subito, accentando i punti di vista che i vari membri del team Leanbet hanno offerto loro. Ciò ha permesso non solo una significativa crescita del management stesso ma anche la maturazione di una buona dose di fiducia nell’azienda da parte delle persone. Tutti questi fattori stanno influenzando in modo estremamente positivo anche la qualità dei servizi offerti.






32 visualizzazioni0 commenti